Feltri gioca con twitter. E per usare le sue parole rischia di finire nei ....casini

Scritto da: -

Vittorio Feltri, editorialista del Giornale, è un amante di Twitter. Spesso e volentieri si diverte sul sito di microblogging a commentare la politica e a postare le foto dei suoi amati gatti.

Lunedì primo aprile, si è dilettato, invece, con il binomio “gossip e politica”. Un paio di tweet che hanno suscitato la curiosità di molti, e il timore di moltissimi. Timore di imbattersi in un “pesce d’aprile”.

Con queste premesse vi raccontiamo una storia. Il primo aprile, appunto, Vittorio Feltri sul popolare social network si lascia andare ad un momento di “leggerezza”.

Ovviamente il tweet non cade nel vuoto. Anzi, partono illazioni e supposizioni. «E’ un politico di area cattolica? », chiedono i “follower”. «Fuochino» risponde maligno Feltri. Che poi aggiunge qualche particolare: «Vi do un aiutino: la colf è rumena».

Ieri, invece, Feltri è intervenuto alla Zanzara, la trasmissione di Radio 24 condotta Giuseppe Cruciani. Ovviamente, Cruciani non si è tirato indietro davanti a cotanto gossip e, anzi, ci ha ricamato abbondantemente su. «Il politico che ha messo incinta la cameriera? Se faccio il nome finisco nei casini» ha affermato - ammiccante - Feltri. Poi aggiunge: «Il politico non è più al massimo del fulgore però è rimasto in parlamento faticando. E’ uno molto cattolico, che ha sempre difeso la famiglia, tanto che, come si dice, chi difende la famiglia di solito ne ha due o tre. E poi bisognerebbe dire a questi signori che fare l’amore senza preservativo - aggiunge Feltri - comporta il rischio di ingravidare la signora. Se poi è un cattolico ed è contrario al preservativo ma non all’ingravidamento, mi viene da dire viva la vita, che diventa più dura».

Tra le tante insinuazioni e battute in rete, Mario Adinolfi, ex deputato e notissimo blogger, riassume il tutto in 140 caratteri:


Tra le tante risposte, spicca quella dell’account “UDC estremo centro” che invita a vedere la risposta dell’account “@azzurrac”

Un tweet che, forse, chiude il caso ( e il pesce d’Aprile)

 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!